Vai al contenuto

Pietra Dura, come riconoscerla

    Pietra Dura

    Pietra dura, o pietre dure.
    Tecnica di taglio delle pietre e composizione di esse con lo scopo di realizzare opere.
    Questa arte decorativa viene usata con diversi tipi di pietre, soprattutto marmi colorati, per creare le composizioni.
    Le immagini ottenute sono a superficie liscia benché esistano esemplari di pietra dura realizzate in bassorilievo.

    Come si lavora la pietra dura

    Le pietre vengono lavorate, tagliate e infine levigate con l’abrasione usando una grana fine.
    La sostanza più dura, ovvero il diamante che ha una durezza di Mohs pari a 10, viene usato come abrasivo per la lavorazione di altri materiali compreso lo stesso diamante.

    Tutte le pietre dure, provengono da diversi luoghi e da diverse profondità della crosta terrestre.

    Elenco di pietre dure famose anche per essere usate per rivestimenti, pavimentazione e addirittura gioielli e decorazione manufatti.

    • Ametista
    • Granato
    • Acquamarina
    • Peridoto
    • Tormalina verde o rosa
    • Topazio blu
    • Pietra di luna
    • Quarzo chiaro
    • Turchese
    • Quarzo rosa

    Come distinguere una pietra vera da una falsa

    • Una pietra è vera quando è fredda. Sono fredde più del vetro.
    • Quando le batti contro una superficie dura, fanno un rumore diverso dalla plastica o dal vetro.
    • Una pietra forata, usata per collane ad esempio, è naturale se anche nel buco eseguito la colorazione resta omogenea.
    • La conferma se è una pietra naturale è la prova del nove: passatela su fuoco. Se si scioglie vuol dire che non è così dura, anzi forse plastica.

    Hai bisogno di consigli o informazioni? Contattaci

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *